Loading...

Bosch

Bosch tutti i modelli elettrici e ibridi

BOSCH AL SERVIZIO DELL’EFFICIENZA

Il tema della sostenibilità è centrale nelle discussioni quando ci si riferisce all’ambito automotive. L’elettrico sembra la soluzione di ogni problema, mentre in realtà rappresenta una delle tante possibilità a disposizione.

In un modo o nell’altro ciascuno di noi ha o ha avuto a che fare con Bosch. La multinazionale tedesca della tecnologia è attiva su fronti eterogenei, non ultimo quello della mobilità. Ma invece di adottare una scelta drastica, ha preferito lavorare in modo “ponderato”, articolando le proprie competenze tecnologiche in funzione delle specifiche necessità. Solo così si può raggiungere la neutralità tecnologica, direttamente correlata alla neutralità delle emissioni. Ecco perché sono necessarie la totalità delle soluzioni di powertrain attualmente disponibili.

 

QUESTIONE DI EQUILIBRI

Al motto di “Drive #likeABosch”, la multinazionale tedesca sta adoperando un criterio tale per cui nessuno viene escluso. Pertanto la ricerca sui motori a combustione interna non è assolutamente arrivata al capolinea, coadiuvata anche dall’elettrificazione dei sistemi mild hybrid e plug-in hybrid.

Allo stesso modo si sta perseguendo la strada dei carburanti sintetici, capaci di abbattere le emissioni nocive oppure di ridurle in modo considerevole unitamente a quelli tradizionali. Non sono ovviamente escluse le vetture fuel cell, quelle alimentate a idrogeno, e neppure quelle elettriche.

 

A ciascuno il suo

In un contesto come quello della neutralità tecnologica vien da sé che la forza di Bosch sia proprio quella di poter fornire la particolare tecnologia in funzione delle esigenze del cliente. Oppure solo il componente specifico.

Un “regola” che vale sia per i sistemi mild hybrid a 48 Volt, così come per quelli plug-in hybrid e 100% elettrici. Bosch è in grado di provvedere a tutti i componenti essenziali.

 

Dall’elettrificazione all’elettrico.

Indubbiamente oggigiorno la cassa di risonanza maggiore è nelle mani dell’elettrico. La gamma Bosch propone un ampio spettro di soluzioni per questo genere di applicazioni. Congiuntamente alla capacità del Gruppo di seguire tutte le fasi di produzione relativamente a questo sistema di propulsione.

Bosch ha nel proprio portafoglio sia la “semplice” componentistica come inverter e motori elettrici, sia sistemi di powertrain completi. Verrebbe da dire che non esistono segreti per la multinazionale tedesca.

 

LA BATTERIA VIAGGIA NEL CLOUD

Quando si tratta di auto elettriche ad essere protagonista non è solamente l’unità elettrica, quella che provvede materialmente alla trazione, ma pure il pacco batteria. Componente che ancora oggi fa discutere sia per i tempi di ricarica, sia soprattutto per l’autonomia che è in grado di fornire effettivamente.

Le variabili in campo sono tante, pertanto l’efficienza della batteria diventa fondamentale. Diventa necessario avere una “visione” sul modus operandi di tale componente, in modo tale da ridurne l’usura, limitando l’invecchiamento delle celle che lo compongono.

 

Il cloud

La nuvola. Probabilmente i più ferrati in informatica sanno già di cosa si tratta. Più semplicemente il cloud è quell’ambiente virtuale in cui, tra le altre cose è possibile immagazzinare informazioni, ma anche eseguire l’elaborazione di dati complessi.

Senza entrare nel dettaglio tecnico, è l’ambiante perfetto per poter visionare ed elaborare sia in modo puntuale che nel tempo, lo stato della batteria.

 

Battery in the cloud

Come si evince dal nome si tratta di un servizio dedicato proprio alle batterie delle vetture. Utile sia al privato cittadino, che all’azienda che ha la necessità di monitorare una flotta intera di veicoli elettrici.

È un software che, attraverso i dati raccolti nel cloud, è in grado di analizzare in modo continuo lo stato della batteria. Le informazioni che riceve in tempo reale fanno riferimento sia al veicolo in oggetto sia all’ambiente circostante. Dall’analisi di questi elementi è possibile determinare quali siano gli elementi di stress per la batteria.

 

Dall’analisi all’azione

L’elaborazione dei dati non è certamente fine a se stessa, ma ha il compito di migliorare l’efficienza del pacco batteria. Così che il software possa predisporre misure per limitare l’invecchiamento della batteria.

Tale servizio “coopera” con i sistemi di gestione della batteria all’interno dell’auto. Non solo, è in grado di modificare l’elettronica di controllo, definendo delle strategie atte ad assicurare logiche di funzionamento più efficienti.

 

In pratica

Succede quindi che, in caso di necessità, il sistema Bosch può stabilire di ridurre una minima parte della percentuale di ricarica in funzione della temperatura esterna. Allo stesso modo può definire una particolare “curva” di ricarica, sfruttando le informazioni presenti nel cloud.

Bosch

Scopri di più


loghi sponsor evento
loghi sponsor evento

Con il patrocinio di

Roma Capitale
Ministero della salute