Loading...

Mercedes-Benz

Dalle parti di Stoccarda l'elettrificazione è diventata la priorità. Mild Hybrid, Plug-in Hybrid ed elettrico sono il presente e il futuro del marchio della Stella. Un brand che ha definito nuove regole quando si tratta di vetture elettrificate.   Come per l'ibrido leggero (MHEV) una tecnologia che nessuno avrebbe immaginato potesse andare a braccetto con le sportive marchiate AMG. E invece la casa di Stoccarda ha dimostrato quanto questo possa essere un valore aggiunto, non solo dal punto di vista fiscale, ma pure prestazionale.   L'essere in controtendenza rispetto ai competitor si rileva pure alla voce plug-in hybrid. Mercedes, nel proprio “portafoglio” di competenze, ha optato anche per la soluzione “alla spina” accoppiata ad un motore diesel. Scelta che va di pari passo con la vettura in oggetto, ecco perché auto come una GLC o una GLE adottano questo tipo di alimentazione. In questo modo l'aggravio di peso derivato dal pacco batterie, non incide eccessivamente sui consumi. Mentre su auto più compatte come Classe A o GLA, sono sufficienti le prestazione della motorizzazione a benzina. Motorizzazione a disposizione, sempre secondo il formato PHEV, pure su Classe C, Classe E e GLC (in tutte le sue edizioni). Di fatto questa triade alla spina può essere sia a benzina che a gasolio.   L'offerta ibrida plug-in riguarda sostanzialmente ogni singolo modello della gamma Mercedes. Un'offensiva completa in grado di assecondare le richieste delle clientela. Il fronte elettrico si staglia grazie al nuovo brand EQ, che identifica, oltre ai singoli livelli di elettrificazione, l'attuale e le future generazioni di automobili 100% elettriche, che oggi fanno riferimento al SUV EQC, ma soprattutto al neonata EQA. Vettura su cui si articolerà la svolta elettrica della Stella. Contenuti tecnologici di altissimo livello a corredo di un design che guarda al futuro, a cui bisogna sommare i 426 km di autonomia che ne alimentano la versatilità. Risultato ottenuto grazie alla batteria da 66,5 kWh. I modelli di EQA offriranno una potenza compresa tra 140 e 200 kW e saranno disponibili con trazione anteriore e integrale (l'auto arriverà in primavera). Mentre è “solo” a quattro ruote motrici la EQC, grazie alla presenza di due motori elettrici (uno per asse) e ad un pacco batteria da 80 kWh.

Mercedes Vans

L'esperienza della Stella a tre punte nell'ambito dell'elettrificazione riservata alle proprie vetture, si ripercuote positivamente sul mondo dei veicoli commerciali. Mezzi il cui frequente impiego quotidiano li rende ideali per questo tipo di tecnologia. Che, nel caso dei veicoli Mercedes, hanno deciso di adottare la soluzione più “estrema” tra quelle messe a disposizione: l'elettrico. Una formula non esclusiva del trasporto cose, ma destinata pure al trasporto persone.

Una scelta che nel caso di Sprinter privilegia il trasporto urbano, pertanto l'ultimo miglio, rendendolo il mezzo ideale sia per chi ha necessità di muovere grandi carichi, ma allo stesso tempo ha bisogno di effettuare consegne a domicilio. Dopotutto il van della Stella ha un vano di carico di 11 m³ e, a seconda del pacco batteria, il carico utile varia da 824 sino a 978 kg. Il tutto condito da tempi di ricarica davvero record, dato che può “assorbire” sino a 80 kW da una colonnina rapida. Il che gli permette di passare dal 10 all'80% di carica in appena 25 minuti.

Più articolato il discorso che invece riguarda gli altri due veicoli protagonisti della serie commerciale elettrificata: l'eVito e l'EQV. Il primo è disponibile sia nel formato destinato al trasporto cose, che in quello persone (cambiano pure le specifiche del pacco batteria). Mentre il secondo è di fatto lo shuttle ideale per chi vuole “navigare” nel più totale silenzio e (riserbo). Quest'ultimo è poi dotato di finiture di pregio, tipiche del blasone Mercedes. Insomma un'offensiva che se da un lato privilegia il trasporto in ambito urbano, dall'altro offre soluzioni uniche in questo segmento di mercato.

Scegli la tua auto

Le vetture di questo formato sono sostanzialmente i grandi classici della produzione tedesca. A partire dalla Classe C sino ad arrivare all’imponente GLS, passando per super sportive come la AMG GT Coupé 4. Sono facilmente riconoscibili grazie alla denominazione EQ-Boost, che marchia la presenza del sistema ibrido leggero.

La gamma alla spina del costruttore tedesco si distingue non solo per essere l’unica sul mercato disponibile (a seconda delle vetture) anche nel formato a gasolio, ma pure per l’autonomia capace di garantire. Infatti buona parte della famiglia plug-in hybrid è in grado di percorrere almeno 70 km nel solo modo elettrico. Una distanza più che sufficiente a soddisfare le esigenze quotidiane. Le auto provviste di tale tecnologia sono riconoscibili dall’appellativo EQ-Power.

È stata la prima a portare al debutto il nuovo brand EQ. La prima a definire la nuova strategia 100% elettrica di Mercedes. Per questo il modello EQC non ha solo un ruolo da protagonista sotto il profilo tecnico, ma pure storico. Ma oggi cede le luci della ribalta alla compatta EQA. L’elettrica che sposa la praticità d’uso e costi d’esercizio contenuti, verrà lanciata in primavera. Di fatto rappresenta l’arrivo più atteso dell’anno per il marchio della Stella.

Da una stazione di ricarica rapida sono sufficienti appena trenta minuti per una carica completa di EQA. La dotazione di serie include l’intuitivo sistema di Infotainment MBUX (Mercedes-Benz User Experience), la cui navigazione può essere provvista di Realtà Aumentata.

Scegli il tuo Van

Sia eSprinter che eVito offrono due opzioni in termini di batteria. Il pacco è da 41 kWh, di cui la capacità utile è pari a 35 kWh. Altrimenti sulla versione elettrica di Sprinter si può salire sino a quota 55 kWh (di cui 47 effettivamente utilizzabili). Mentre sulla versione Tourer di eVito, quella destinata al trasporto persone, è disponibile lo stesso pacco batteria da 90 kWh di EQV. Una garanzia per chi ha necessità di muoversi anche al di fuori dei confini cittadini.

Play video
Copertina video player

Intervista


loghi sponsor evento
loghi sponsor evento

Con il patrocinio di

Roma Capitale
Ministero della salute